Villa Paradiso

Un bed and breakfast unico: una stupenda casa particular a Baracoa, Cuba

Baracoa: archeologia in città

Pubblicato il: 9 Luglio, 2019.


La regione di Baracoa presenta numerosi siti archeologici di grande importanza a Cuba. Se non vi è possibile realizzare un’escursione giornaliera per esplorarli, in città ci sono un paio di luoghi dove poter imparare qualcosa in più sul popolo taìno prima dell’arrivo di Colombo.

Arriving at Archaeological Museum • Baracoa Cuba

Villa Paradiso vi consiglia di visitare il Museo Archeologico Cuevas El Paraíso e la sala espositiva della Società Archeologica di Baracoa.

Il Museo Archeologico Cuevas El Paraíso

Fondato nel 2003 da membri della Società Archeologica di Baracoa, il Museo Archeologico Cuevas El Paraíso figura in un gran numero di guide turistiche e siti di viaggio.

Museo Arqueológico Cuevas del Paraíso • Baracoa, Cuba

Il museo è situato sulla collina El Paraíso, nel quartiere omonimo, dove si trova anche Villa Paradiso (siamo ad un solo isolato dal museo). C’è un po’ da sudare per salire sulla collina, ma ne vale di sicuro la pena! Il responsabile del Museo, Noel Coutin Lobaina, offre ai visitatori una ricca e dettagliata spiegazione relativa ai Taìno e al museo.

Più di un centinaio di manufatti tra pezzi originali e riproduzioni

Il museo è ospitato in un sistema di grotte naturali chiamato Cuevas El Paraíso. Gran parte dell’esposizione consiste nella ricostruzione di diversi aspetti della vita taìna.

Musée Archéologique Cueva El Paraiso • Baracoa Cuba

Nel museo si trova un’importante raccolta di oggetti originali. Tra questi, potrete osservare recipienti d’argilla, conchiglie e strumenti utilizzati nella vita quotidiana. Tali oggetti sono protetti da lastre di vetro.

Museo Arqueológico Cueva del Paraíso • Baracoa Cuba

La vita quotidiana dei Taìno

Tra le riproduzioni vi è, ad esempio, una canoa realizzata secondo l’antica tecnica taìna: un unico pezzo, ricavato dal tronco di un albero. Cinque secoli fa le foreste erano tanto rigogliose e la popolazione tanto scarsa, che queste pratiche non costituivano una minaccia per la vegetazione.

Archaeological Museum Grounds • Baracoa, Cuba

Potrete vedere anche strumenti musicali, manufatti usati per macinare il mais o per spremere la manioca grattugiata, con la quale si preparava il casabe, alimento centrale della dieta del popolo taìno.

Sepolture cerimoniali e il cemí o idolo del tabacco

Un altro elemento chiave del museo è rappresentato da resti ossei, che rivelano come dovevano apparire le sepolture prima dell’arrivo dei conquistadores. Una di queste fu trovata nel sito archeologico Cueva del Cacique (o Cueva de la Vigía) nella piccola località di Boma. Tutto lascia supporre che tali ossa possano essere appartenute al Cacique Guamá, un grande leader della resistenza del popolo taìno nei confronti degli europei.

Ossements • Musée archéologique • Baracoa Cuba

Altro pezzo molto interessante è una copia del Cemí de Gran Tierra o idolo del tabacco. L’originale fu scoperto all’inizio del XIX secolo e si trova oggi nel Museo Luis Montané dell’Avana. Una seconda riproduzione del Cemí de Gran Tierra, di dimensioni molto più grandi, si trova lungo La Farola, la spettacolare strada nella Sierra del Purial con cui da Santiago de Cuba, passando per la città di Guantanamo, si raggiunge Baracoa.

Cemi • Taino Tobacco Idol • Idole du tabac • Baracoa, Cuba

Un’altra rappresentazione originale del Cemí del Tabacco, scolpita su di una stalagmite, fu ritrovata nel 1915 nella grotta di La Patana, nella zona di Maisí, dall’archeologo statunitense Mark Harrington. Questi la asportò con l’aiuto di una sega, la divise in tre parti e se la portò negli Stati Uniti.

Vari livelli di grotte e un panorama incredibile della città e della baia

La pavimentazione in queste grotte è scivolosa a causa dell’umidità. Bisogna camminare con attenzione e reggersi agli appositi sostegni. Quando visiterete questo museo entrerete ed uscirete varie volte per passare di grotta in grotta, e potrete osservare vari oggetti, sia all’interno che tra la vegetazione che ricopre gli spazi intorno alle grotte.

Musée archéologique • Baracoa, Cuba

In diversi punti dell’area adibita alla visita del museo, sono presenti punti d’osservazione che offrono una vista magnifica della città e della Bahía de Miel.

View of Miel Bay from Archaeological Museum • Baracoa Cuba

La Società Archeologica di Baracoa

Non lontano dal malecón (lungomare) si trova la sede della Società Archeologica di Baracoa. Un’eccezionale sala espositiva custodisce oggetti taìno di gran valore per l’archeologia cubana e di grande interesse per il visitatore che scopre la nostra regione.

Inizialmente una manciata di giovani appassionati, sostenuti da eccellenti scienziati

Nel 1977, un gruppo di giovani si riunisce attorno al proprio interesse condiviso per l’archeologia. Realizzano le prime ricerche sotto la direzione del noto geografo cubano Antonio Núñez Jiménez, un grande leader ecologista che definì la strategia di salvaguardia applicata oggi alle ricchezze naturali di Baracoa.

Sociedad Arqueológica de Baracoa • Cuba

Con il nome di “Gruppo Cacique Hatuey”, il gruppo godrà dell’appoggio di antropologi ed archeologi del calibro di Manuel Rivero de la Calle e Ramón Dacal Maure. Nel 1990, il gruppo si riorganizza nella Società Archeologica di Baracoa. Da allora, il suo direttore è l’archeologo Roberto Ordúñez Fernández.

Roberto Ordúñez en la Sociedad Arqueológica de Baracoa

Una miriade di sopralluoghi in siti archeologici a Baracoa e Maisí

In collaborazione con esperti cubani e di altri Paesi, la Società Archeologica di Baracoa ha effettuato un’enorme quantità di sopralluoghi pluridisciplinari per catalogare i numerosi siti archeologici della regione.

Société archéologique de Baracoa • Cuba

Tra questi siti vi è la Cueva del Cacique (o Cueva la Vigía), situata a Boca de Boma. La Società Archeologica di Baracoa giocò anche un ruolo centrale nella creazione del sistema di gestione dell’area protetta Yara-Majayara e di vari altri siti di grande importanza archeologica.

Una piccola sala espositiva con una ricca collezione

Una visita guidata alla sala espositiva della Società Archeologica di Baracoa permette di apprendere molte cose sui Taìno. Le spiegazioni di Roberto Ordúñez riflettono la sua passione, le sue conoscenze e il suo profondo e lungo lavoro.

Roberto Ordunez explique des objets • Société arquéologique de Baracoa

Le prime teche della sala espositiva collocano la cultura taìna nel più ampio contesto delle popolazioni originarie delle Americhe.

Ordunez explains artifacts at Baracoa Archaeological Society

Uno spaccato sulla vita dei Taìno

La collezione comprende oggetti originali e riproduzioni di terracotta, pietra scolpita, strumenti e testimonianze delle abitudini alimentari dei Taìno.

Objets taïnos exposés à la Société archéologique de Baracoa

Da pochi mesi la sala espositiva presenta un bel modello in miniatura di un insediamento taìno.

Taino Village • Arqueological Society of Baracoa • Cuba

Reperti archeologici unici e sorprendenti

Uno degli affascinanti reperti che si trovano qui integra vari aspetti della visione taìna del mondo. Visto da davanti, è formato al contempo da un gufo, che rappresenta il mondo dei morti, e da una vagina, che evoca la nascita e la fertilità.

Taino clay figure • Baracoa Archaeological Society

Da un’altra angolazione, l’oggetto rappresenta un’ulteriore figura centrale dell’ideologia taìna: la rana, chiamata in lingua aruaca “Toa” o “Toar”, che sicuramente dà il nome al più grande fiume di Cuba per portata e alla riserva della biosfera, che include il suo bacino.

Figura taína de barro • Sociedad Arqueológica de Baracoa

Per saperne di più, in maniera più approfondita e dettagliata, è d’obbligo una visita guidata a questi musei che si trovano a pochi passi dal centro di Baracoa.

Lo sapevate?

Quest’articolo parla dei Taìno solamente dal punto di vista archeologico. Nonostante molta gente affermi che i Taìno furono completamente sterminati dai conquistadores spagnoli a Cuba, la storia e il nostro tempo ci danno prova del contrario. Nella provincia di Guantanamo vi sono insediamenti di discendenti dei Taìno. Un altro aspetto importante relativo alla presenza taìna a Cuba, è quello della sua influenza culturale nella Baracoa odierna.

Informazioni pratiche e consigli per il vostro preventivo di spesa

  • L’entrata al Museo Archeologico Cuevas El Paraíso costa 3 CUC. Se si richiede il servizio di guida, che consigliamo, il prezzo totale è di 4 CUC. E se si vogliono scattare foto, sono 5 CUC in totale.
  • La visita alla sala espositiva della Società Archeologica di Baracoa non è a pagamento. Suggeriamo di lasciare un’offerta volontaria per sostenere il lavoro della Società.

Baracoa, Cose da fare, Turismo sostenibile

Tag:, ,


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Modulo di contatto